STILL LIFE

Still life si dice di genere di fotografia che ritrae oggetti inanimati, e di immagine fotografica di questo genere

vita (life) immobile (still)”.

Lo Still Life è un genere che affonda le sue radici nella storia antica, ed è uno dei primi ad essere stato praticato in fotografia, dati i lentissimi tempi richiesti dai primi mezzi fotografici, ad esempio come i dagherrotipi.

La sua diffusione deriva dalla pittura, infatti in italiano è traducibile con “natura morta”, avente come soggetti principali vasi di fiori e composizioni di frutta.

Come in pittura, questa tecnica fotografica è praticata in studio.

Con il tempo essa ha abbracciato una serie di altri significati, finendo con l’includere la fotografia di moda e la pubblicità più in generale, compresa quella di e-commerce.

Le immagini vengono usate per promuovere un messaggio e, quindi, per rendere visibile un prodotto o un servizio.

Lo Still Life, quindi, è una tecnica fotografica ben precisa che si sta diffondendo moltissimo negli ultimi anni, grazie in particolar modo al settore pubblicitario.

La fotografia può comunicare con il consumatore in modi diversi, mostrando semplicemente il prodotto e fornendo semplici informazioni generali o suggerendo idee, emozioni e sfumature.

Un’immagine fotografica può essere molto strutturata, dal momento che se ne possono controllare luce, composizione, disposizione e colorazione, oltre a molti altri fattori.